Erice: Il PSI ritiene possibili nuove elezioni

È del psi ericino la prima valutazione politica dell’arresto del vicesindaco Catalano:

Il psi in relazione alla vicenda giudiziaria che ha investito l amministrazione comunale di erice conferma la propria natura di forza garantista. Non trasformandosi in forcaioli solo perché i provvedimenti della magistratura riguardino in questo caso propri storici avversari politici.

I socialisti da tempi non sospetti Hanno preso le distanze dal sistema di potere tranchidiano. Denunciandone le disfunzioni e pagando talvolta i relativi prezzi politici per la coerenza e la tenacia con cui hanno sostenuto posizioni di minoranza. In ragione di ciò oggi il psi non avverte l esigenza di gridare il proprio come coloro che intravedendo i primi segnali di smottamento incominciano a prendere le distanze dopo magari avere partecipato ai cori di beatificazione in passato.

Ci limitiamo ad esprimere preoccupazione per una vicenda che non riteniamo isolata e che temiamo possa portare ad una chiusura anticipata della legislatura ad Erice, sull onda di altri possibili provvedimenti giudiziari. Sarebbe una sconfitta della politica , che obbligherebbe tanti a riscrivere la storia di questi ultimi 10 anni di governo della vetta.