FA DISCUTERE IL BANDO GRILLINO IN PIENA CAMPAGNA ELETTORALE

Campagna elettorale a spese del Parlamento europeo? Giammai, solo una lodevole iniziativa per far conoscere da vicino agli studenti il Parlamento europeo. Iniziativa lodevole. Sicuramente se fosse organizzata dal parlamento europeo, qualche dubbio nasce se, con i soldi del Parlamento europeo, ad organizzare la “gita” a Bruxelles è un deputato europeo, e per giunta facente parte della schiera dei moralizzatori antelitteram: il cinquestelle on. Ignazio Corrao da Alcamo.

Vediamo da vicino di che si tratta: in tutte le scuole della Sicilia e della Sardegna ( tò guarda, il collegio elettorale delle prossime elezioni europee a maggio dell’uscente parlamentare) è stato inviato, su carta intestata del parlamento europeo, “il bando di selezione per gli studenti della scuola superiore per visitare il Parlamento Europeo”. Si compone di 9 articoli, ma quello che chiarisce ogni cosa è il primo articolo: “ il presente bando viene indetto dall’europarlamentare Ignazio Corrao”.

Entriamo nei particolari: 40 persone, di cui 25 ( venti studenti e cinque professori della Sicilia; dodici studenti e tre professori della Sardegna ) per un totale di 8 scuole saranno scelti per partecipare a questa “gita d’istruzione”  che si terrà a Bruxelles dal 19 al 21 marzo. La gita, tutta spesata dal Parlamento Europeo, ha un solo obbligo: per due giorni i gitanti possono godersi le bellezze della città, il pomeriggio del 20 marzo devono, obbligatoriamente, visitare il parlamento europeo. Insomma, farsi vedere per giustificare la consistente spesa per viaggio e alloggio dei gitanti culturali.

Sicuramente al bando parteciperanno molte scuole delle due maggiori isole italiane, dovrebbe esserci quindi il problema della scelta. No, nessun problema, per questa incombenza ci pensa lo staff del deputato alcamese al cui indirizzo di posta elettronica dovranno essere inviate tutte le domande di partecipazione delle scuole: sarà il suo staff a procedere al sorteggio delle 8 scuole fortunate.

Poiché si è “grillini” e quindi trasparenti, “il sorteggio sarà integralmente filmato e disponibile alle scuole che faranno richiesta” (siamo certi che sarà sicuramente vietato riscaldare i bussolotti ndr). Poi per le scuole fortunate ci sarà da scegliere gli studenti e l’accompagnatore da mandare in visita. Saranno loro a decidere con quali modalità.

Così i prescelti andranno in gita. Sia alunni che professori di queste scuole, ma anche di quelle non prescelte, sono state comunque coinvolte  in questa “bellissima” iniziativa del deputato europeo alcamese e se ne ricorderanno sicuramente qualche settimana dopo, a maggio quando si vota per il rinnovo del parlamento europeo e che vedrà il nostro Ignazio Corrao ricandidato.

Specifichiamo: paga l’Europa, ma l’iniziativa è assolutamente legittima. Sa di campagna elettorale? Al lettore il giudizio.

                                                                               Aldo Virzì