ERICE: ARRIVA IL NUOVO ASSESSORE E LA NUOVA TEGOLA GIUDIZIARIA….AMMINISTRATIVA

Una scelta scontata per il Sindaco di Erice Daniela Toscano, il nome dell’assessore che in giunta prende il posto dell’architetto Angelo Catalano, finito agli arresti domiciliari. Si tratta, ancora una volta, di un fedelissimo del Sindaco, ma soprattutto dell’ex Sindaco Giacomo Tranchida, attuale primo cittadino a Trapani. 

Luigi De Vincenzi, agente di commercio, è il nuovo assessore. Già ieri ha giurato davanti al Segretario Generale e ha già preso in carica le deleghe assegnategli dal Sindaco Toscano. Si tratta di:polizia municipale, ecologia igiene e sanità, territorio e ambiente e verde pubblico, servizi tecnici manutentivi, servizio idrico integrato, servizi cimiteriali e randagismo.

Per il Sindaco Toscano è stata anche l’occasione per rimodulare le deleghe assessoriali; la giunta ha anche deciso di costituire il comune parte civile nel processo che inizia oggi a Caltanissetta nei confronti del boss Vincenzo Galatolo, relativo alla strage di Pizzolungo del 2 aprile del 1985.

Fin qui la cronaca. Abbiamo già detto di una scelta scontata, De Vincenzi, infatti, era stato eletto consigliere nella lista che faceva riferimento alla persona di Giacomo Tranchida; aveva avuto l’incarico di delegato sindaco nel quartiere ericino di Mokarta, successivamente aveva assunto l’incarico di vice presidente del consiglio.

Passare ad un incarico superiore dopo il vuoto in giunta lasciato da Catalano diventava una scelta obbligata. Una scelta che è anche un’ulteriore conferma del cordone ombelicale che continua ad unire, politicamente, le persone dei due sindaci di Trapani e Erice. Non è un caso che Toscano e Tranchida saranno insieme protagonisti della conferenza stampa che terranno domani nella sede del movimento di Tranchida.

Ma su Erice, mentre continuano le indagini sull’affairCatalano hanno rivolto i loro sguardi anche i magistrati contabili. La notizia arriva dal consigliere cinque stelle Alessandro Barracco, con una sua nota ci informa che la Corte dei Conti della Sicilia ha emesso un accertamento contro l’amministrazione ericina “sollevando una serie di criticità relativi al mancato rispetto delle regole contabili e dell’equilibrio di bilancio”.

I magistrati contabili che hanno esaminato i bilanci degli anni 2016 – sindaco Giacomo Tranchida – e 2017 – Sindaco Daniela Toscano –  hanno evidenziato “ numerose e significative criticità e carenze”, a conclusione delle loro indagini hanno chiesto il deferimento del comune. Insomma si preannuncia una grossa tegola per le casse comunali.

Erano stati i consiglieri Barracco e Mannina a sollevare il caso chiedendo nell’aprile del 2017 l’intervento della Corte dei Conti. Oggi Barracco, che per questa sua denuncia fatta in aula consiliare aveva ricevuto molte critiche, si prende la “rivincita”anche verbale. Al termine del suo comunicato infatti, riportando ancora una volta stralci delle conclusioni dei magistrati contabili, conclude con riferimento all’ex, ma ora  Sindaco di Trapani,  e all’attuale sindaco della Vetta : “ e’ questa l’esperienza e la lungimiranza amministrativa di chi gestisce il Comune di Erice da oltre 10 anni? Credo che se ne possa fare davvero a meno”.

                                                                            Aldo Virzì