Trapani, il sindaco nomina assessore una … scuola?

«L’Istituto tecnico industriale è il nuovo assessore alla Smart City del Comune di Trapani». Apprendiamo la notizia, ancora non riportata ufficialmente sul sito istituzionale dell’Ente, dalla consorella Trapanioggiche da atto di una dichiarazione in tal senso da parte del sindaco della città, Giacomo Tranchida, nel corso di un incontro tenutosi presso l’istituto.

Che un Ente Locale possa siglare una convenzione, una collaborazione, con una importante istituzione scolastica cittadina, i cui studenti hanno ricevuti primari riconoscimenti nazionali, ci sembra normale anzi apprezzabile.

Che invece si possa giungere a dichiarare «farò un apposito decreto per attribuire all’Istituto la delega alla Smart City» ci fa proprio sgranare gli occhi dalla sorpresa. Ipotesi tecnicamente impossibile assunto che gli assessori sono persone fisiche che devono presenziare alle riunioni di Giunta e approvare le deliberazioni della stessa.

Dobbiamo tornare ai tempi dell’imperatore romano Gaio Giulio Cesare Germanico – meglio conosciuto come Caligola – per trovare una nomina di pari eccentricità. Caligola, imperatore noto anche per aver fatto massacrare numerosi oppositori interni, giunse a pensare di nominare senatore il proprio cavallo Incitatus perché, a suo dire, avrebbe potuto far meglio degli altri senatori romani.

Dopo la riscoperta del libro Genesi dell’Antico Testamento avvenuta durante la sindacatura del predecessore Girolamo Fazio, la città di Trapani potrà conquistare negativamente ancora una volta le cronache nazionali per le sue … rievocazioni storiche.

Natale Salvo