Arriva il FlixBus

Sulla scia del successo riscosso in Siciliain questi primi mesi, FlixBus, leader europeo della mobilità in autobus, istituisce due nuove fermate a Trapani e Alcamo, completando così l’integrazione di tutte le province siciliane nel proprio network.

 Da domenica 3 marzo, chi deve spostarsi in Italia per motivi di lavoro, studio o semplicemente svago dalle due città, potrà raggiungere cinque destinazioni italiane con un solo biglietto, usufruendo di un servizio innovativo, economico e sostenibile che dall’arrivo nell’Isola a dicembre, ha conquistato un numero crescente di giovani (e non solo) Siciliani.

Da Trapani e Alcamo verso la Calabria e alcune delle principali città universitarie

Chi parte da Trapani e Alcamo potrà raggiungere innanzitutto Villa San Giovanni, nodo strategico in Calabria della rete FlixBus da cui partire alla volta di circa 50 città in tutta Italia. Quindi, sono raggiungibili quattro fra le principali città universitarie d’Italia, FirenzeParmaMilano e Torino, che oltre ad essere mete ideali per una settimana di vacanza alla scoperta del patrimonio nazionale, si preannunciano mete gettonate soprattutto fra i fuorisede siciliani. 

Tutte le corse sono prenotabili online, via app e nelle 400agenzie viaggi sul territorio. A Trapani gli autobus partono da Piazzale Papa Giovanni Paolo II, ad Alcamo da Piazza Della Repubblica. A bordo, Wi-Fi, prese elettriche, sedili reclinabili e toilette.

FlixBus in Sicilia: un territorio su cui continuare a investire

Dal suo arrivo in Sicilia, avvenuto lo scorso dicembre, FlixBus ha continuato a investire sulla regione, con il duplice obiettivo di ampliare le opportunità di viaggio dei Siciliani e incentivare al tempo stesso l’arrivo dei visitatori con la possibilità di ricadute positive a livello di turismo locale.

Oltre a PalermoCataniaMessinaAgrigentoCaltanissettaEnnaRagusa e Trapani,collegate con alcuni dei maggiori centri italiani come MilanoRomaFirenzeTorino e Venezia, e 20 città in Calabria, qualiReggio CalabriaLamezia Terme e Cosenza, FlixBus ha rivolto un’attenzione particolare anche a medi e piccoli centricome MilazzoLentini e Cefalù.

Una decisione volta a crearemobilità in aree poco collegate dalle reti tradizionali e in linea con l’espansione perseguita in Europa, dove il 40% delle fermate FlixBus è in città con meno di 20.000 abitanti.