SIMONA MANNINA: NON HO MAI FREQUENTATO MAFIOSI

La dott.ssa Simona Mannina, consigliere comunale a Erice, rimasta coinvolta, aggiungiamo suo malgrado, nell’inchiesta “scrigno”, ci scrive una lunga lettera di precisazioni, ma anche di considerazioni. Lo facciamo volentieri attesa la gravità della situazione, non senza però aver fatto prima una precisazione:

nel mio articolo non ho fatto alcun riferimento personale di chi come la Mannina, non ha ricevuto neanche un avviso di garanzia, anche se nell’ordinanza il suo nome compare. Per scelta editoriale ho scritto : “si fanno i nomi di altre persone finite nelle indagini ma che non sarebbero, almeno ad oggi, neanche indagate.

Difendo comunque i colleghi che hanno riportato passi di quanto scritto nell’ordinanza, non sono loro a buttare fango sulle persone. 

Ecco quanto scrive la dott.ssa Mannina:

Con stupore leggo alcuni articoli di stampa che riportano, impropriamente, il mio nome, altri, giornalisti o pseudo tali, addirittura sostengono di avere il vomito senza neanche approfondire la notizia, ma così, con superficialità buttando fango su una persona che mai ha avuto contatti con i “malavitosi”, questo modo di fare stampa a me non piace, trovo corretto riportare le notizie ma, appunto, nel modo corretto.

Ieri, in modo del tutto spontaneo e senza neanche sapere della conferenza stampa, ho risposto in maniera sincera e senza filtri alle domande dei giornalisti, quelli seri, perché chi è certo del proprio operato non deve temere le domande e la giusta richiesta di spiegazioni, chi invece ha qualcosa da temere fa mascariamento ed istiga alla guerra giudiziaria e non. 

Scrivo la presente solo per chiarezza, leggo che il Sig. Cusenza di cui non nego aver ricevuto appoggio, viene definito dalla stampa MAFIOSO e MALAVITOSO, ma nessuno dice che nel 2017 non aveva mai avuto alcuna condanna per mafia e oggi risulta INDAGATO, vorrei capire da voi giornalisti come facevo io a sapere nel 2017 che questi solo due anni dopo e quindi nel 2019 risultava indagato per associazione mafiosa, purtroppo non possiedo la sfera magica, ma forse altri si…

Avendo appurato che lo stesso Cusenza non era mai stato condannato per mafia, leggo che la sottoscritta doveva vergognarsi solo perché in un momento di GIOIA, dettato semplicemente, per la vittoria alle urne, abbracciava lui come altri per ringraziare del loro sostegno elettorale, ricordo di aver abbracciato e ringraziato gente di ogni estrazione sociale, tra cui agenti di polizia municipale, polizia penitenziaria, commercialisti, dipendenti di banca, donne delle pulizie, muratori, agricoltori, amici e conoscenti, anche solo chi mi ha portato un singolo voto perché ogni preferenza meritava di essere ringraziata per la fiducia accordatami. 

Quello che però non viene messo in luce dalla stampa è che nel 2017 nessuno sapeva che il Sig. Cusenza era mafioso ma peggio, anche oggi, lo si sospetta, essendoci un’indagine in corso…come nessuno sottolinea che Mannina non risulta indagata perché manca lo scambio.

Per quanto concerne il Virga, sin dal lontano 2015 mi recavo al suo negozio, lo Scrigno, apprezzando la qualità dei prodotti, come penso tanti cittadini. Spesso, e penso sia la normalità, nel servirsi in un negozio si instaura un rapporto di cordialità che mi ha portato, vedendo anche altri volantini sul tavolo, a dare i miei dicendo “vedo che siete impegnati, ma magari un voto…io comunque vi lascio qualche volantino…”, cosa che ho fatto anche in altre attività commerciali in cui magari mi servo con più frequenza.

Ribadisco, inoltre, che non ho mai frequentato il Sig. Orlando, forse, e addirittura non ricordo se sono scesa dall’auto, una volta, insieme a mio marito sono entrata al bar gestito dallo stesso, per comprare dei dolci, ma niente di più.

Nonostante il pesante danno di immagine subito e nonostante le notizie siano state riportate incomplete, dopo la mia iniziale e giustificata arrabbiatura, non querelerò gli organi di stampa semplicemente perché da sempre difendo la libertà di stampa e la sua importanza ma invito gli stessi, laddove possibile, a prestare maggiore attenzione nello scrivere perché a buttare del fango su di una persona onesta  ci si mette poco.

Volevo, infine, chiarire come io abbia vinto grazie ai famosi voti presi nella sezione di Ballata, in cui prendevo 28 voti, perché nelle altre Ingrasciotta risultava primo con 5 voti di scarto, in quella sezione io ho superato mio suocero perché in lista con me vi era un amico di mio padre, un tale Vincenzo Cusenza (imprenditore) che NULLA aveva ed ha a che fare con Pietro Cusenza, oggi indagato. Vincenzo Cusenza candidato nella mia lista, appena sapeva che ero in candidatura chiedeva a mio padre se Simona Mannina fosse sua figlia e in totale amicizia gli riferiva di non avere alcuna accoppiata, per cui sapendo di non avere alcuna possibilità di vincere, preferiva aiutare un amico, per cui ai suoi elettori avrebbe detto di votare anche me. Ricordo, infatti, che al predetto Vincenzo Cusenza qualche giorno dopo la mia elezione ho mandato un sms ringraziandolo di tutto e questa volta si sottolineando che se non fosse stato per lui non ce l’avrei fatta. Ed effettivamente, dai risultati elettorali, si evidenzia che io ho vinto grazie ai voti di Ballata.

Invito piuttosto gli stessi organi a fare una riflessione: I sindaci di Trapani ed Erice 15/20 giorni fa in una conferenza stampa, indetta per dare spiegazioni sulla loro posizione nei confronti delle indagini ad Erice, parlano di un sistema mafioso con Ruggirello a capo e facendo i nomi di ManninaManuguerra e Bianco, e dopo 15 giorni Ruggirello viene arrestato per mafia, ed escono, impropriamente i nomi di Mannina e Manuguerra, vi siete chiesti se questa è una macabra coincidenza o se qualcuno sapeva? Ma vi dico altro, la sindaca di Erice ieri mattina alle 9.30 mentre mi trovavo in commissione e prima che uscisse impropriamente il mio nome (circa due ore prima) entra in stanza e rivolgendomi la parola afferma “oggi sono contenta, giustizia è stata fatta, cosa ho passato io lo devono passare tutti…” alle mie parole “chi ha sbagliato deve pagare”, la stessa risponde “CI SONO ALTRI NOMI che non sono usciti…”è una macabra coincidenza anche questa o no? 

Io sono fermamente convinta che questa sia la risposta alla battaglia di legalità intestatami ad Erice ma io credo nella Giustizia e non mi fermo qui..

                                                                                   A.V.