GRANATieri! Bomber Evacuo fa 164 in C e la nuova proprietà parte con una vittoria

Che settimana per il Trapani! Buona la prima per la nuova proprietà targata De Simone; i granata, infatti, battono la Casertana, Evacuo diventa il miglior marcatore della storia della Serie C e la Juve Stabia rallenta: adesso i granata sono a -2 (le “vespe” hanno già riposato in campionato ed hanno un +3 matematico in virtù del ritiro del Matera, ndr). Ma partiamo dall’inizio.

La notizia che era nell’aria ormai da mesi e diventata realtà martedì scorso, ma con un colpo di scena. La famiglia Morace vende la società, ma il nuovo proprietario dei granata non è Giorgio Heller (che nelle ore successive all’ufficialità della cessione della società emetterà un comunicato, ndr), ma bensì la società FM Service che fa capo all’imprenditore campano Maurizio De Simone. De Simone, che già in passato aveva tentato la scalata nel mondo calcistico con le mancate acquisizioni di Avellino e Matera, arriva a Trapani (nonostante le numerose preoccupazioni dei tifosi, ndr), convoca una conferenza stampa e assicura solidità economica e rassicura tutti sul progetto “Trapani Calcio”. Il tempo darà le sue risposte, ma la fiducia iniziale non si nega a nessuno…

Nonostante il tram-tram societario, i granata ospitavano ieri la Casertana in una gara con mille insidie e difficoltà. Una sfida d’alta classifica, con il Trapani lanciatissimo in classifica e con Felice Evacuo a caccia del 164mo gol in Serie C (record per la categoria, ndr); risultato? 2-0, gol su rigore di Evacuo che chiude un match che il solito Taugourdeau aveva aperto con una punizione magistrale che si insacca nel sette della porta difesa dall’estremo difensore casertano.

Nonostante la grande prestazione dei granata, la notizia più bella per i tifosi arriva qualche ora dopo il match del “Provinciale”. La Juve Stabia, infatti, scivola in casa contro la Paganese e ottiene soltanto un punto: a Castellammare di Stabia finisce 2-2, con i padroni di casa che riprendono due volte gli ospiti. Prima Paponi e poi un rigore dubbio realizzato da Carlini riportano il Trapani in zona “Everest”: la vetta dista 2 punti.

Mai mollare. Perché il Trapani è così, non molla mai. E chissà, magari alla prossima giornata, visto l’impegno a Catania delle “vespe”, la classifica potrebbe avere una capolista diversa, una capolista con le 5 torri e la falce sul petto…

*foto di proprietà del Trapani Calcio