Sporting RCB, Chirco avvisa: “Non abbiamo nulla da perdere…vogliamo i play off”

Scatto finale alla stagione. L’obiettivo dei play off in Seconda Categoria è alla portata di diverse squadre, tra cui lo Sporting RCB. Ai nostri microfoni è intervenuto Giovanni Chirco che ha tracciato una panoramica sul momento dei suoi ragazzi: “La squadra sta attraversando un periodo discreto – esordisce Chirco – nonostante dopo la salvezza matematica abbiamo mollato un po’ con gli allenamenti. Veniamo da due vittorie, un pareggio ed una sconfitta, anche se contro l’Iccarense avremmo potuto pareggiare”.

Domani la gara impegnativa contro il Città di Giuliana, secondo in classifica. Che partita ti aspetti?

Il prossimo impegno sarà molto duro, il Giuliana arriva da due sconfitte brutte e decisive nell’ambito vittoria del campionato e adesso rischia anche di non fare i playoff come seconda perchè il Castellammare dietro sta andando a 1000. Come ho già detto ai ragazzi devono affrontare la partita con la mente serena e senza pressione, alla fine prenderemo il risultato che verrà fuori. Sicuramente ci sarà molta tensione da parte loro”.

State mantenendo gli obiettivi di inizio stagione?

L’obiettivo iniziale era la salvezza tranquilla e ci siamo riusciti con molto anticipo. Peccato – prosegue – non aver dato continuità ai primi 7 risultati che ci avevano permesso di rimanere in testa per la prima parte del campionato. Poi un calo mentale e fisico e un po’ di sfortuna ci hanno fatto rimanere in zona playoff e a fine anno tireremo le somme. E’ stato comunque un anno positivo con qualche rimpianto”.

Dopo la partita in programma domani, il calendario dirà Juvenilia e Bianco Arancio. Con quale spirito bisognerà affrontare gli ultimi 180 minuti?

La Juvenilia è già salva: all’andata abbiamo giocato male e perso solo di misura per 4-3. Era una partita post vacanze natalizie e qualche incognita c’era, adesso saremo al completo e giochiamo in casa. Col Petrosino sarà un bel derby; all’andata vinsero con un tiro in porta su punizione dopo tre minuti e dopo non siamo riusciti a pareggiare nonostante l’uomo un meno per 3/4 di partita. Loro hanno degli elementi validi che conosco quasi tutti e credono ancora nei playoff anche se per la quarta e la quinta la vedo molto difficile a causa dell’elevata differenza di punteggio. Affronteremo queste 3 partite con serenità perché non abbiamo niente da perdere. L’obiettivo è raggiunto e, ripeto, a fine anno tireremo le somme”.