Serviva più che mai vincere per alimentare la cavalcata salvezza. E a posteriori, e considerato il punteggio al culmine del match casalingo, si potrebbe tranquillamente affermare che non è pesato sulla testa delle atlete in maglia Sigel questa pressione nell’estremo tentativo di inseguire la quartultima posizione che significherebbe salvezza sul campo. Nell’ultima al “PalaBellina” vince Marsala in tre set su Baronissi davanti al vicepresidente della Fipav nazionale Manfredi e a una delegazione della Fipav Sicilia (tra i quali spiccava la presenza del presidente Castronovo). Una partita dal valore incommensurabile come successo del resto nello scontro diretto dell’andata nel salernitano. Alle sigelline, con la stagione arrivata a un bivio, non rimaneva altro da fare e sperare nei risultati degli altri campi. Con particolare interesse alla gara che si giocava al Paladifiore di Ostia tra Acqua & Sapone Roma Volley Group e Cuore di Mamma Cutrofiano. Una prova orchestrale di Angeloni e compagne con i punti equamente distribuiti tra le fila azzurre.

IL TABELLINO

Sigel Marsala Volley – P2P Givova Baronissi: 3-0 [25/19; 27/25; 25/17]

Sigel Marsala Volley: Avenia 7, Angeloni 11, Gabrieli 10, Taborelli 9, Schwan 11, Cosi 12, Ameri (L), Vaccaro, Salvestrini. n.e.: Turla’, Luzzi, Donarelli. Coach: Fabio Aiuto

P2P Givova Baronissi: Hodzic 8, Cecconello 7, Strobbe 3, Arciprete 19, Prestanti 4, Dall’Igna, Ferrara (L), Peruzzi 3, Quarto. n.e: Casa, Ginanneschi, Dascalu, Ferrari. Coach: Dino Guadalupi

Arbitri: Giovanni Giorgianni e Roberto Guarneri di Messina

Spettatori: 500 circa