L’Amministrazione Bica lascia in eredità 1.800.000 euro di cassa

3972

Al Comune di Custonaci sono state formalizzate le consegne tra il Sindaco uscente Giuseppe Bica ed il Sindaco entrante Giuseppe Morfino. Alla presenza dei Revisori dei Conti e del Responsabile dell’area economico-finanziaria del Comune si è verbalizzata la verifica straordinaria di cassa e di gestione del servizio tesoreria, da cui si evince che al 31 marzo 2019 il Sindaco Bica lascia una cassa di quasi 1.800.000 euro di cui fanno parte € 700.000 per la realizzazione del Bocciodromo di C.da Santa Lucia e l’anticipazione, per quasi € 200.000, sul finanziamento del progetto di riqualificazione dello scalo di alaggio di Cornino.

I lavori per il Bocciodromo prevedono il totale rifacimento dei campi con adeguamento agli standard europei e la loro copertura, oltre a una riqualificazione complessiva dell’area e dei locali attigui. Detti lavori sono già andati in gara lo scorso mese di febbraio e aggiudicati alla ditta Sammartano Salvatore di Marsala. La nuova Amministrazione dovrà solo procedere agli adempimenti per l’inizio lavori.

Il progetto, già finanziato, dello scalo di alaggio di Cornino prevede invece la sistemazione della banchina, la predisposizione di un’area per il rimessaggio delle barche e l’intera pavimentazione di Piazza Riviera e della viabilità interna del Borgo Marinaro di Cornino.

«Le opere in argomento – dichiara Giuseppe Bica – sono state pensate sia per dare migliori servizi alla Città, sia per una migliore fruibilità turistica del territorio. Il Bocciodromo potrà, infatti, ospitare gare ufficiali anche di livello europeo e con il recupero del ribasso d’asta e il pieno utilizzo dei fondi già in cassa, si potrà anche ristrutturare la palestra di Sperone elevando notevolmente la qualità delle strutture sportive in città.

Il progetto su Cornino prevede – prosegue Bica – servizi per le piccole imbarcazioni da pesca, ma nel contempo ridisegna gli spazi urbani del centro di Cornino e migliora l’accessibilità alla balneazione nel piccolo golfo, inoltre infrastruttura altri spazi, che oltre al rimessaggio delle barche potranno essere utilizzati – conclude il sindaco uscente – per ospitare gli stand degli eventi che hanno caratterizzato l’attrattività turistica di Cornino e che mi auguro la nuova Amministrazione vorrà continuare a promuovere».