Processione dei Misteri 2019, niente più girate? Arriva l’ordinanza del Questore.

11832

Acque agitatissime alla vigilia della processione che apre ufficialmente i riti della Settimana Santa a Trapani. A meno di 24 ore dall’uscita della Madre Pietà dei Massari, sarebbe ordinanza del Questore di Trapani, Claudio Sanfilippo, dell’assoluto divieto delle girate da parte dei Sacri Gruppi.

Dopo una convocazione straordinaria odierna convocata dalla Questura, parrebbe ne sia seguita un’altra da parte dell’Unione Maestranze, durante la quale si sarebbe comunicato ai singoli ceti della proibizione categorica della vutata.

Secondo quanto appreso dalla nostra redazione, sembrerebbe che, nel corso delle processioni (incluse le due Madonne), se venisse violata questa norma la Processione dei Misteri sarebbe sospesa per fare immediato rientro presso la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio. Ne conseguirebbe un provvedimento penale al Capo Console di riferimento.

Una presa di posizione già chiarita nei mesi scorsi da Sua Eccellenza Pietro Maria Fragnelli che, nelle sue linee guida di accompagnamento alla Pietà Popolare, limitava le girate, in accordo con il Presidente dell’Unione Maestranze Giuseppe Lantillo. Un segnale forte che evitasse a ricordare i famosi “inchini”.

Non sarebbe ammesso alcun giro da parte delle vare ad abitazioni private, attività commerciali o affini, e singoli contribuenti, fermo restando che nulla proibisce la girata presso le sedi delle singole Maestranze associate all’Unione. Il CdA dell’Unione Maestranze dunque avrebbe invitato calorosamente i Capi Console, i rappresentanti legali delle rispettive categorie di appartenenza ad assumere incarico e di estendere l’informativa a tutti i propri Consoli, collaboratori e devoti che, a qualsiasi titolo, abbiano un ruolo all’interno delle processione dei propri gruppi.

Tale descrizione si intende da estendere anche alle due processione delle Madri Pietà, nell’interesse della buona riuscita della manifestazione nella sua interezza e totalità.