Serie A maschile di basket: svolgimento, curiosità e top player

La Serie A di pallacanestro costituisce il torneo più prestigioso di basket professionistico italiano.

Il torneo si svolge con cadenza annuale ed è organizzato dalla Lega Basket, secondo le linee guida della Federazione Italiana Pallacanestro.

Le squadre coinvolte nella massima serie del campionato italiano di basket sono 16 e la più blasonata è L’Olimpia Milano.

Serie A di basket maschile: il format attuale

Il campionato è organizzato in due fasi che si svolgono da ottobre a maggio. La formula è quella classica che prevede un girone all’italiana con match di andata e ritorno.

La squadra che esce vincente dalle partite ottiene due punti, mentre la squadra sconfitta ottiene zero punti. Al termine di questa fase, ovvero la stagione regolare, le prime 8 squadre classificate accedono ai play-off.

I play-off sono articolati in tre turni: quarti di finale, semifinali e finalissima. Gli incontri vengono giocati al meglio di 7 sfide (vince la formazione che si aggiudica per prima 5 gare). La formazione vincente diviene campione d’Italia. L’ultima squadra classificata retrocede invece nel campionato di A2, mentre la vincitrice dei play-off della serie A2 prende il suo posto.

La squadra vincitrice del campionato di basket ha il diritto di sfidare la vincitrice della Coppa Italia per contendersi la Supercoppa italiana di basket.

Oltre al titolo nazionale, al termine del campionato vengono decretati anche i vincitori dei trofei individuali: il trofeo Lega Basket Serie A FIP MVP, assegnato al miglior giocatore della Regular Season. Tra i vincitori italiani del titolo ricordiamo Luigi Datome e Danilo Gallinari, protagonisti della NBA dalla stagione 2008.

Serie A di basket maschile: un pò di storia

L’esordio del campionato di basket per club professionisti risale al 1920. Quella prima edizione si svolse in soli quattro giorni, dal 26 al 30 maggio, con la SEF Costanza Milano che si aggiudicò la vittoria. Nel tempo, il torneo subì diverse modifiche e vide un gran numero di formazioni unirsi alla competizione. Dal 1935 in poi, la scena del basket professionistico italiano fu dominata dall’Olimpia Milano, che nel 1956-57 vinse il suo decimo Scudetto, mentre il ventesimo arrivò più tardi, nel 1981/82.

Tra le formazioni più blasonate che hanno fatto la storia della pallacanestro in Italia ricordiamo la Virtus Pallacanestro Bologna e la Pallacanestro Varese, due società sportive che vantano una lunga tradizione. 

In tempi più recenti, la formazione Mens Sana Siena si è resa protagonista del basket nostrano con la conquista di ben 7 campionati consecutivi, prima dichiarare il fallimento per atti finanziari illeciti nei quali la dirigenza della società risultò coinvolta nel 2014.

I migliori giocatori di basket in attività

Chi sono i cestisti più in gamba attualmente in circolazione? Iniziamo dai gioielli nostrani: Vincenzo Esposito, Mario Boni e Gianmarco Pozzecco, che hanno fatto appassionare un grande numero di spettatori della massima serie italiana di pallacanestro, alimentando anche il mercato delle scommesse sul basket (qui la pagina di uno dei più famosi player del settore).

Spiccano nel panorama della pallacanestro italiana anche i cestisti Andrea Toso e Paolo Vittori.

Tra i nomi europei che si sono distinti nelle ultime stagioni della Serie A ricordiamo: Oscar Schmidt, Drazen Dalipagic, Steve Burtt e Michael Young.

In ambito internazionale, per quanto riguarda l’NBA, vogliamo citare il tedesco Dirk Nowitzki,  il francese Tony Parker, il difensore Joakim Simon Noah, vincitore del titolo Defensive Player of the Year nella stagione 2013-2014 (NBA).

Concludiamo con il nostro connazionale Marco Belinelli, il primo italiano ad aver vinto un titolo NBA nel 2014.