CAMPAGNA ELETTORALE EUROPEA FERMA, NON PER PIETRO BARTOLO

533

Mancano solo venti giorni alla domenica 26 maggio quando  la popolazione italiana sarà chiamata al voto per rinnovare il consiglio dell’Europa. Una data importante che, almeno a Trapani, non sembra interessare molto.

La campagna elettorale, infatti, langue. A svegliarla, per fortuna, ci stanno pensando  un gruppo di cittadini sparsi in tutta la provincia e noti per le loro attività. Si tratta di Sindaci, qualche consigliere comunale, giornalisti, avvocati, molti docenti anche universitari, studenti, registi, imprenditori, etc. Tutti, con idee politiche non sempre simili, ma tutti nell’indicare all’elettorato un nome simbolo. Si tratta di Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa ormai famoso nel mondo per la sua umanità, il suo civismo, la sua solidarietà non solo umana, ma anche professionale. Per sostenere la sua candidatura hanno anche lanciato un appello aperto a tutti e che tutti possono sottoscrivere. Dalle prime notizie sembra che siano stati già molti i cittadini della provincia che lo hanno raccolto. Questo il loro appello:

Noi vogliamo dare il nostro contributo per la politica, la politica della solidarietà e dei ponti, del coraggio e dell’esempio, contro la politica del rancore e dei muri.
E’ per questo che alle prossime Elezioni Europee sosteniamo la candidatura di Pietro Bartolo.


Pietro Bartolo è un medico che a testa alta, senza mai indietreggiare, ha curato con responsabilità centinaia di naufraghi salvati al largo di Lampedusa. 
Le cure di Pietro Bartolo sono state la salvezza per molte persone. 
Oggi, figure come quella di Pietro Bartolo sono la salvezza degli ideali dell’Europa Unita. 


Bartolo incarna ciò che noi vorremmo fosse la nostra Europa: coesa nelle diversità, aperta al confronto, al progresso, luogo di incontro di storie, popoli e culture.
Pietro Bartolo rappresenta la sfida che dobbiamo vincere: una comunità in cui tolleranza ed integrazione siano le risposte ai proclami dissennati di chi predica il ritorno alle piccole patrie, innalzando muri e confini.
Per questo, la nostra scelta è Pietro Bartolo.”