Giunta alle 22a edizione, si è conclusa la Rievocazione Storica Trapani -Monte Erice 2019 riservata alle auto storiche inserita nel calendario nazionale Asi per Rievocazione Storica con utilizzo di cronometri analogici manuali. 

Le prestigiose vetture, partite da Piazza Vittorio Trapani, hanno affrontato le ultime prove di abilità in Valderice, per poi sfilare a conclusione della manifestazione tra le caratteristiche stradine del centro storico di Erice.

I primi tre nell’assoluto della XXII Rievocazione storica Trapani-Monte Erice, classifica valida nel Campionato Nazionale Asi 2019 sono:

GINEVRA Pietro – GIANNONE Vincenzo LANCIA Fulvia Rally 1,6 HF 1970 POST CLASSIC VCC Etneo TOT 470,90

DE SIMONE Marcello – LO NARDO LANCIA Ardea 1952 CLASSIC VCC Panormus TOT 489,44

RUGGIO Elio – LO NARDO Franca FIAT 1100/103 E 1956 CLASSIC VCC Panormus TOT 712,92

In allegato i tempi, le categorie e le classifiche.

Dichiarazioni

SALVATORE MUSTAZZA, Presidente C.A.M.E. “F. Sartarelli”: “La manifestazione si è svolta come da programma, con bilancio positivo. 60 equipaggi ci hanno raggiunto da tutta la Sicilia e nord Italia e si sono divertiti anche con le 30 prove di abilità, essendo la nostra manifestazione valida per il Campionato Nazionale Asi per Rievocazione Storica con prove cronometrate. Hanno partecipato auto storiche prestigiose e bellissime, esaltate nella sfilata serale in passerella dal contest suggestivo del centro storico di Trapani, con la particolarità nel suo genere dell’essere tutte vetture una diversa dall’altra.

Gli equipaggi hanno particolarmente apprezzato le visite archeologiche e turistiche, in luoghi a noi ben conosciuti ma non alla maggior parte di loro. Luoghi noti in tutto il mondo come il centro storico di Marsala, le cantine Florio le Saline ed il Museo del Sale. Tutti hanno riconfermato la loro presenza l’anno prossimo, con la promessa per la prossima edizione di portare altri equipaggi al seguito. Non è mancata la partecipazione alla mostra statica Trapani Hub allestita a Palazzo Cavarretta, dove sono state esposte pezzi del Museo dei Motori dell’università di Palermo, auto e anche moto messe a disposizione di Salvatore Ingardia che parteciperanno al prossimo gGiro Motociclistico di Sicilia.

Così come grande seguito ha avuto la mostra statica delle Fiat storiche in Piazza ex Mercato del Pesce. Il Club Sartarelli ringrazia tutte le amministrazioni locali del territorio, quindi i Comuni dell’Agro Ericino e in primis l’amministrazione di Trapani, il Sindaco Giacomo Tranchida e l’assessore dello Sport e Cultura Rosalia D’Alì che ci ha sostenuto anche al Lingotto Fiera che si è svolto nel passato ottobre”. 

GINEVRA Pietro, driver Fulvia Rally 1,6 HF: Non mi aspettavo la vittoria. Dopo la prima giornata, il sabato eravamo al secondo posto, eravamo indietro e per vari motivi non pensavo di recuperare il gap che c’era dal primo. Però ce l’abbiamo fatta, ci siamo impegnati e siamo riusciti a recuperare e siamo arrivati primi. La macchina, una Fulvia Rally 1.6 HF, è una macchina che nasceva per le gare in salita e di velocità, però si presta molto bene anche per la regolarità.

E’ una vittoria voluta, perché è il terzo anno consecutivo che vinciamo e volevo fare il tris! La manifestazione è sempre bellissima e l’organizzazione è perfetta, La sfilata in centro storico con il pubblico partecipe e la gente, complice anche la promozione in serie B del Trapani Calcio, è stata emozionante e molto coinvolgente. E’ stato un piacere partecipare alla gara, ma anche l’aspetto turistico con la visita alle cantine Florio e alle saline

GIANNONE Vincenzo, co driver Fulvia Rally 1,6 HF: E’ stata una gara combattuta! Si partecipa sempre con piacere ed è inutile negarlo si spera sempre nella vittoria. Ma è stata più difficile delle altre volte perché c’era Marcello De Simone molto bravo e a sfavore avevamo contro il coefficiente, così fino a ieri sera pensavamo che recuperare fosse molto difficile però fino a oggi tutto era possibile. Ed in effetti siamo riusciti ad essere primi in classifica.

Ogni anno veniamo con piacere perché il presidente Mustazza e tutto lo staff del Club Sartarelli sono sempre efficienti e poi è un tipo di manifestazione che alterna momenti di gara a momenti di relax e condivisione sociale. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com