Ho ascoltato attentamente la conferenza stampa tenuta dal sindaco di Trapani, unitamente ai suoi collaboratori e Pietro Pellegrino. Sarebbe dovuta essere una presentazione  indicatrice dei percorsi da seguire per un buon successo dell’evento. Invece mi è sembrata la presentazione della fiera di mezzo agosto che annualmente si ripete. Ho sentito dalla viva voce di ”entrovirgolette” l’impegno  per racimolare alcune centinaia di migliai di euro, di brandine,altre cosucce.

Se questo è il programma siamo messi male . Cosa fare? Pregare Andreana Patti e Pietro Pellegrino di formare- full immersion- il Tranchida e spiegargli che Europeade non è una festicciola paesana, nè  una esercitazione dei boy scout.  Abbandonare l’ipotesi e rinunciare ad aver a Trapani-GC-Europeade 2021?  Far finta di niente e come finirà, si racconterà?


Europeade 2021 è un grande evento ma è anche l’occasione per chiedere al governo regionale, nazionali e all’Europa  fondi per  rendere accogliente  il territorio. Vi immaginate la rottura del depuratore mentre è in corso di svolgimento Europeade? La non balneabilità dei nostri mari, la microcriminalità  che spadroneggia un po’ ovunque , la scarsità dei vigili urbani, adusi alla lingua inglese?


Questi ed altri son i temi da portare avanti URGENTEMENTE  . Se questa amministrazione anziché  corteggiare  litiga con Musumeci, con Santangelo, con Orlando  non avrà alcun sostegno,alcun aiuto e Europeade si trasformerebbe in un prevedibile suicidio.


 Il calcolo che ho fatto mi porta ad affermare che servono almeno 25 milioni di euro. Non è difficile trovarli in tempi brevissimi ma il Sindaco, i sindaci della GC devono incontrare Orlando,Musumeci, Conte, Von Der Leyen e Sassoli col cappello in mano ed occhi abbassati. Per la propria città deve farsi tanto ed altro. Insisto: l’evento va utilizzato anche per sistemare le città, ma occorre muoversi in fretta.

I quattrocento, gli ottocento mila euro, le sponsorizzazioni sono utili pannolini caldi, non oltre.
Il primo cittadino ha ,forse impropriamente, affermato che Europeade potrebbe trasformarsi in un cavallo di Troia: non mi è chiaro quale sarebbe la città da espugnare.


La spocchia e l’ignoranza non sono virtù.
Primo passo:un task force composta dai sindaci della GC, compreso Misiliscemi.
 Dai cittadini non mi aspetto niente:saranno, o sono già, i primi corvi. Si lamenteranno per la musica, per il posteggio, per la viabilità, altro. Europeade: una opportunità da cavalcare.  Francamente, però, da questo sindaco trasparente e legalista,mi aspettavo anche una conferenza stampa  a proposito del rapporto Turano/Nicastri. La fece per Bianco/Ruggirello/Pellegrino, anticipando, addirittura, la magistratura.

Peppe Bologna