Primo giorno di scuola, primi problemi. La denunzia di Punto dritto

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota di Punto Dritto

Domani non sarà il primo giorno di scuola per tutte le bambine e i bambini.
Non lo sarà sicuramente per Federico, perché a Villa Betania non sono stati nominati gli insegnanti di sostegno e sarà così per altri 32 bambini.


Domani non sarà una bella giornata per alcuni genitori e per i loro bambini a cui verrà ricordato dalle istituzioni scolastiche, che non sono uguali agli altri.
Intendiamo denunciare con forza questa situazione, prendendo spunto dal post di Silvia Fichera, perché riteniamo che la scuola debba adoperarsi per mettere tutti i bambini in condizione di essere uguali e non ci può essere alcun motivo burocratico che neghi anche per pochi giorni il diritto di un bambino di frequentare la scuola.
Non ci sono giustificazioni tollerabili nella storia di Federico, non ci rassicura sapere che il problema si risolverà in una settimana, perché domani Federico e tanti altri bambini rimarranno a casa e si sentiranno bambini diversi.


Ci appelliamo al dirigente scolastico, al Provveditore agli studi di Trapani e a tutte le istituzioni, affinché questa grave lacuna venga colmata nel più breve tempo possibile, perché i bambini sono tutti uguali e devono avere pari opportunità.
La nostra solidarietà e vicinanza a Silvia e Federico e a quanti vivono questa situazione che ci rattrista.