Volley Terrasini – Fly Volley 2 – 2 il punteggio finale

Gara che ha visto affrontarsi due organici che militeranno in campionati differenti. Le locali palermitane infatti fra poco più di due settimane faranno il loro esordio nel Campionato Nazionale di B2.
Differente pertanto anche la condizione fisica tecnica e tattica delle due compagini.
Le ragazze di Enzo D’Accardi, con meccanismi rodati e più “oleati”, da un lato, e quelle di Lucio Tomasella, con soli tre allenamenti indoor sulle gambe, dall’altro.

Punto a punto il primo set caratterizzato da belle giocate da parte di entrambi i sestetti. Con un colpo di reni finale la Fly si aggiudica il parziale.
Nel secondo e terzo set Coach Tomasella mischia le carte (di fatto utilizzando tutte le atlete a disposizione), ma un Terrasini più cinico e disinvolto prende il largo.
Le marsalesi tuttavia non ci stanno e riducono il gap perdendo i due parziali ma uscendo dal campo a testa alta.
Nel quarto game Coach D’Accardi lascia in panchina Biccheri e Bruno. Nella Fly fuori Spanò e Guccione. Partenza sprint delle biancazzurre che si fanno rimontare fino al 18-19 per poi cambiare marcia e chiudere il set a proprio favore.

Assente capitan Marino, per motivi di lavoro, che tuttavia è rimasta in continuo contatto per ricevere gli aggiornamenti. Immediate le sue congratulazioni con le compagne per la bella prova disputata.

Queste invece le parole di Valentina Guccione: “Secondo me è andata abbastanza bene; per esser stata la prima uscita di questa nostra squadra praticamente nuova, veramente non male”.

Coach Tomasella visibilmente soddisfatto dichiara: “Il cammino per arrivare ad una condizione ottimale è ancora lungo. Oggi ha funzionato bene la fase difensiva ed a tratti anche quella di ricezione. In attacco e muro siamo ancora sotto la sufficienza anche se ho visto aspetti positivi da cui ripartire per passare ad un livello successivo. Ammirevoli le prove delle giovanissime Ruggirello e Bono. Tanto impegno e tanta voglia di far bene. Questo è ciò che più mi ha colpito delle mie atlete. Nel complesso non posso che essere moderatamente soddisfatto ma estremamente fiducioso ed ottimista. Adesso dobbiamo rimanere coi piedi saldamente ancorati per terra e lavorare lavorare lavorare”.