SCIOPERO DEGLI AVVOCATI DI TRAPANI DAL 21 AL 29: LO STATO NON PAGA IL GRATUITO PATROCINIO

Riceviamo e pubblichiamo

 Gli avvocati dell’ordine di Trapani, riuniti presso l’aula bunker in assemblea, presieduta dall’avvocato Vito Galluffo, hanno deliberato di astenersi da tutte le udienze dal 21 al 29 novembre.

I meno abbienti, sempre più numerosi, sono indotti, in maniera esponenziale, ad accedere all’istituto del patrocinio a spese dello stato, per ottenere la tutela dei propri diritti. Gli avvocati, che esercitano con dignità, decoro, libertà e indipendenza la professione, nel rispetto delle norme etiche e sociali, chiedono a gran voce  la stabile destinazione nel bilancio dello Stato di fondi sufficienti per la copertura delle spese di giustizia e l’impiego di personale per garantire la definizione delle procedure di liquidazione e pagamento dei compensi professionali in tempi ragionevoli.

Propongono inoltre l’istituzione presso il Tribunale di Trapani dell’ufficio del funzionario delegato e, in ogni caso, il dovuto potenziamento del personale   preposto presso la Corte di Appello di Palermo . Gli avvocati che assistono i più bisognosi nobilitano la professione ma non sono più disposti a tollerare l’ingiustificabile ritardo, che ha raggiunto i tre anni, per ottenere il riconoscimento del loro impegno professionale, profuso anche a garanzia e tutela dell’applicazione delle regole del diritto e del rispetto dei principi costituzionali.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com