Capolinea granata. Il Frosinone passeggia 3-0 e fa sprofondare il Trapani

In alto il tabellone segna la prossima fermata, non una fermata qualunque: il capolinea. Un Trapani senza idee e senza carisma viene travolto 3-0 al “Benito Stirpe” di Frosinone e non abbandona l’ultima posizione in classifica a quota 6 punti con il primo posto utile per i playout lontano ben quattro lunghezze. Tanti, ma non troppi, a patto che si cambi marcia. Al più presto.

Baldini “riscopre” Cauz a sinistra, ripropone l’impalpabile Colpani e davanti si affida alla coppia Golfo-Pettinari. Il Frosinone, reduce da quattro risultati utili consecutivi, impiega appena 37’’ per passare in vantaggio con Ciano che fulmina di destro Carnesecchi. 1-0 e partita in salita. Salita che diventa insormontabile col passare dei minuti; i granata sono lenti, prevedibili e il Frosinone aspetta il Trapani con un 3-5-2 compatto e coriaceo. L’unico sussulto granata è al 27’ sul tiro di Cauz, Bardi respinge e Golfo viene travolto in area, per l’arbitro è tutto regolare. Il Trapani si spegne qui in una partita quasi decisiva, in un match da dentro o fuori. Per tutti. Inammissibile.

La ripresa è a senso unico. Jakimovski, appena entrato, travolge Paganini e Ciano dal dischetto non sbaglia. Il replay della prima frazione è servito. Succede poco altro, ma in quel poco Ciano decide di prendersi lo scettro e sigla la tripletta con una gemma su punizione. 3-0 finale con zero alibi e pochissimo da recriminare. Il Trapani non c’è e forse non c’è mai stato; la vittoria di La Spezia sembra un lontanissimo ricordo e poco regge la scusa dei tanti assenti.

L’imperativo è ripartire subito. Chissà che qualcosa in panchina si muova in questi giorni, anche se Baldini contro il Pordenone dovrebbe avere l’ultimo “tiro” di una slot machine al momento irriconoscibile e avara di gioie.

*foto di proprietà del Trapani Calcio