Trapani pendente, al Provinciale il Pisa passa 3-1

Baldini immobile in panchina a quindici minuti dalla fine. É questa l’immagine che fotografa al meglio il “Monday night” tra Trapani e Pisa; una gara che poteva e doveva rappresentare la svolta in casa granata dopo la debacle di Benevento e che invece si é trasformata in una disfatta senza appelli.

Baldini schiera il tridente pesante Nzola-Evacuo-Pettinari, ma la mossa non paga a causa della scarsa vena del francese (sostituito all’intervallo) e ad un centrocampo troppo sfilacciato e in balia dei contrapposti toscani. Passano 50” e il Pisa passa grazie ad un’ingenuità dei granata che concedono il tiro a Pinato dal limite che calcia col destro a fil di palo; i segnali negativi non visti da Baldini producono uno sterile possesso palla e uno sfogo mai trovato sugli esterni. Il Trapani attacca a testa bassa ma lo fa in maniera confusa e il Pisa ne approfitta subito al 18’: cross dalla sinistra e rovesciata di Moscardelli che vale lo 0-2. Standing ovation dello stadio per l’ex Triestina. Al 44’ il Trapani ha la grande occasione per pareggiarla ma Nzola ostacola Evacuo e i due non riescono a calciare in porta; passano appena quattro minuti e finalmente, dopo una serie infinita di batti e ribatti, Pettinari accorcia le distanze in scivolata. La descrizione sembra catastrofica, ma a fine primo tempo il tabellino dei tiri in porta segna: Trapani 15 – Pisa 2.

Il pubblico carica i granata nella ripresa ma la squadra di Baldini é scarica e non riesce piú, complice il vento, a trovare facilmente la conclusione verso Gori. Al 49’ i toscani vanno vicino al 3-1 grazie a Benedetti che colpisce la traversa sugli sviluppi di un corner; al 67’ la partita si chiude definitivamente con un tap-in di Moscardelli su assist di Pinato. La curva “scarica” Baldini con cori espliciti e i fischi a fine match sono assordanti.

La panchina di Baldini torna a vacillare e adesso il tempo per risalire la china é sempre piú corto.

*immagine di proprietà del Trapani Calcio