Fa tutto il Trapani, 2-2 finale con due rigori per il Perugia

Santo Stefano agrodolce per il Trapani Calcio. Davanti a 4785 persone al “Provinciale” va in scena un match scoppiettante e dai mille risvolti che alla fine decretano il pareggio finale. Nel finale brutto gesto di Nzola verso i propri tifosi.

Castori, alla seconda panchina granata, opta ancora per 3-5-2 con Biabiany-Pettinari davanti; Oddio lascia in panchina Falcinelli e Melchiorri: davanti giocano Buonaiuto-Iemmello-Capone. Il Perugia fa la partita e il Trapani aspetta, riparte molto bene e al 24’ sblocca il risultato grazie alla perseveranza di Luperini che, dopo una respinta, trafigge Vicario in scivolata. Il grifo incassa il colpo e per poco non subisce il secondo gol quando Taugourdeau ci prova da fuori con la palla che lambisce il palo. Al 44’ brivido per i padroni di casa: Grillo lascia crossare Mazzocchi ma, incredibilmente, Buonaiuto non trova il tap-in vincente.

Nella ripresa il Perugia strappa il pari al 70’ quando un errore di Scognamillo avvia il contropiede umbro con Iemmello che viene steso in area: rigore e rosso per Strandeberg. Dal dischetto infallibile il capocannoniere della serie B che fa 15 gol in campionato; i granata non ci stanno e, nonostante l’inferioritá numerica, trovano il nuovo vantaggio con Pettinari, bravo a ribadire in rete una corta respinta di Vicario. Il Perugia barcolla ancora ma all’83’ ritrova il pareggio su un’ennesima ingenuità granata: braccio di Fornasier e dal dischetto Falcinelli non sbaglia per il 2-2 finale.

Post gara, mister Castori commenta cosí il match: “Grande partita. Il Perugia non ha visto la porta e sinceramente il risultato é inaccettabile: abbiamo perso 4 punti in due gare. Dovevo inserire Nzola per le sue caratteristiche ma la sua prestazione mi ha deluso: non finirà qui”.

Prossimo match a Crotone. Scontro che sa di spareggio salvezza prima della sosta.