Mifgash – Incontro: dialoghi e confronti con l’ebraismo

Dal 16 al 30 gennaio si terrà nella Chiesa di S. Alberto in Via Garibaldi (Trapani) il Mifgash – Incontro: dialoghi e confronti con l’ebraismo.

Si tratta di un evento dedicato alla conoscenza della cultura ebraica nei suoi vari aspetti. L’evento giunto alla sua terza edizione è organizzato in collaborazione con Mons. Liborio Palmeri, direttore del Museo e Centro Culturale San Rocco.

Preziosa è stata l’adesione al progetto dell’associazione Amici della Musica consentendo di ampliare l’offerta degli eventi con appuntamenti artistici e musicali di alto livello.


L’idea nasce nel 2017 da Chiara Camarda, tornata a Trapani dopo aver conseguito il Dottorato di ricerca in Studi sull’Asia e sull’Africa (curriculum di ebraico) presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha deciso insieme a Don Liborio, di sfruttare le conoscenza acquisite mettendole a disposizione di tutta la città.

Non essendoci una presenza ebraica a Trapani, infatti, si rischia di parlare dell’ebraismo solo in merito alla Shoah, in occasione della Giornata della Memoria.La mia idea, invece, è quella di includere questa giornata all’interno di una più ampia cornice che racconti altri aspetti della cultura ebraica viva, spaziando dalle tematiche bibliche a quelle contemporanee, senza dimenticare una riscoperta delle testimonianze della presenza ebraica in Sicilia, e in particolare a Trapani.” dichiara la Camarda che continua dicendo:


Il primo appuntamento del Mifgash coincide sempre con la Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra Cattolici ed Ebrei, quest’anno alla sua XXXI edizione, alla quale parteciperanno per il terzo anno Rav Adolfo Locci da Padova (via Skype) e Don Alberto Genovese, esperto biblista della nostra diocesi.Quest’anno abbiamo due ospiti d’onore, due voci autentiche e autorevoli dell’ebraismo italiano: il Prof. Gadi Luzzatto Voghera, direttore del CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea) di Milano, un centro di ricerca e documentazione sulla Shoah, che dialogherà con Mons. Palmeri sulla visione del creato nell’ebraismo e nel cristianesimo (il 30/01), e la Dott.ssa Gisèle Levy, Responsabile del Centro Bibliografico dell’UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, che ha patrocinato l’evento), che mostrerà la storia e la struttura delle sinagoghe italiane (il 26/01), due appuntamenti da non perdere. Il programma include, poi, diversi altri appuntamenti: –  un incontro che curo personalmente presentando una ricerca che sto portando avanti sui manoscritti e i volumi ebraici antichi che si conservano in tutta la Sicilia, e sulle giudecche siciliane, con testimonianze dirette delle esperienze ebraiche che esistono oggi sul nostro territorio (il 21/01),- per la Giornata della Memoria l’associazione Amici della Musica propone, nell’ambito della propria stagione concertistica 2019-2020, un Requiem per i bambini vittime di tutte le guerre,con musicadi Antonio Fortunato (1946), e con il mezzosoprano Lorena Scarlata, e il Maestro Giorgio Gasbarro al violoncello.- Anche quest’anno non mancherà il tradizionale, atteso, appuntamento dedicato alla conoscenza della cucina ebraica e delle sue peculiarità che, per la prima volta, organizziamo insieme al Centro di Cultura Gastronomica Nuara i cui chef proporranno una degustazione di piatti tipici romani e israeliani (unico evento su prenotazione che si terrà al Nuara, in Via Bastioni, 2). Ci saranno, inoltre, due cineforum, uno a cura dell’ICIT con la proiezione di Der Neunte Tag, e uno dedicato a due cortometraggi densi di contenuti sulla realtà socio-politica israelo-palestinese.
L’evento è supportato con entusiasmo dall’Ufficio Diocesano per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso della nostra Diocesi e da alcuni sponsor che ci hanno aiutati a sostenere le spese organizzative.