IL  PARTITO DEMOCRATICO SBARCA A FAVIGNANA

Il Partito Democratico sembra essersi svegliato da un lungo letargo nel quale ha lasciato la sezione del suo partito di Favignana, soprattutto la popolazione con i suoi atavici problemi. Nei giorni scorsi c’era stata l’interrogazione parlamentare sui problemi di inquinamento causata dalla centrale elettrica, ieri hanno fatto di più.

Una delegazione guidata dall’on. Carmelo Miceli e della quale facevano parte il segretario provinciale uscente avvocato Marco Campagna e la dirigente Valentina Villabuona, si è recata a Favignana per constatare da vicino i problemi, raccogliere i suggerimenti che arrivavano dai dirigenti locali; afare gli onori di casa Enzo Bevilacqua insieme ad altri dirigenti del PD locale. Il tour isolano è cominciato con la visita allo Stabilimento Florio, per successivamente fare un sopralluogo nella zona di Cala Graziosa interessata all’inquinamento causato dalla vicinissima presenza della centrale elettrica della Sea, oggetto dell’interrogazione al Ministero dell’Ambiente. La giornata di visita della delegazione del PD è andata avanti con un incontro con gli iscritti del PD, i rappresentanti della categorie produttive, con particolare attenzione agli operatori della tonnara e i barcaioli, gli iscritti del PD. Ambiente, lavoro e scuola, come confermano gli stessi dirigenti del PD sono stati gli argomenti centrali sui quali è stato richiesta una maggiore attenzione.

Dicono dal PD: “Un incontro fortemente voluto per capire le condizioni dell’isola nel periodo invernale, dal quale è scaturito l’impegno per affrontare laquestione relativa alle necessità delle scuole nelle isole minori, dei
trasporti, un approfondimento sulle quote tonno, rispetto alle quali
ad oggi non ci sono certezze e poi un’attenzione particolare per le
condizioni dei barcaioli e sull’opportunità di regolamentare tale
categoria con particolare attenzione per il rispetto dell’ambiente e
della riserva marina. Un incontro utile per riconnettere la politica con il territorio,
rispetto al quale si svilupperanno altri percorsi ed iniziative
rivolte all’arcipelago delle isole Egadi”.

                                                                                 A.V.