MA A BIRGI COME FUNZIONANO I CONTROLLI PER IL CORONAVIRUS?

 Se uno legge il comunicato diramato da Airgest sembra che tutto vada bene. Scrive nel suo comunicato stampa il Presidente Airgest Salvatore Ombra: “ in aeroporto le autorità sanitarie sono presenti e adottano tutte le misure precauzionali già previste dalla autorità sanitaria”, aggiungendo che la società di gestione non ha “competenze dirette e autonome sul controllo delle persone che transitano sul nostro aeroporto. Chi ha la responsabilità di farlo – aggiunge – è il Ministero della salute tramite l’USMAF, Ufficio di Sanità Marittima, aerea e di frontiera”.

Con lo stesso comunicato il Presidente Ombra ci fa sapere che il direttore USMAF, Giuseppe Giugno, ha confermato che “le misure precauzionali e preventive sono quelle preesistenti, e cioè di effettuare il controllo SOLO sul volo proveniente da Roma”.

Una chiosa a questo comunicato si impone. Concordiamo che non è l’Airgest ad avere questo compito, ma le precisazioni sembrano più uno scaricabarile, ci auguriamo involontario, che una precisazione. Non sappiamo se i controlli vengono fatti sul volo proveniente da Roma, abbiamo la certezza che oggi non sono stati fatti sul volo proveniente da Bologna, come ci ha confermato allibito un nostro amico, un medico, che ci ha raccontato del controllo preventivo a Bologna, del fatto che buona parte dei passeggeri hanno viaggiato con la mascherina e che poi giunti a Birgi, sbigottiti, aspettavano il controllo e invese sono potuti uscire nella normalità senza che qualcuno li avvicinasse. Venivano da Bologna e, purtroppo, anche in Emilia Romagna si è avuto qualche caso. Solo controlli da Roma sa dell’incredibile!

L’Airgest non ha responsabilità, ma qualche problema ha il dovere di porselo, certamente più di una testata giornalistica. Nostro dovere professionale è di non creare allarmi e per fortuna il nostro territorio sta vivendo con attenzione, ma con serenità, questa situazione. Quanto accade in aeroporto rischia invece di creare tensione.

                                                                         Aldo Virzì