Conte: “Restare a casa, il futuro dell’Italia è nelle nostre mani”

“Abbiamo analizzato i numeri, purtroppo stiamo avendo una crescita importante dei contagiati da covid -19 , un aumenta dei ricoverati in terapia intensiva e delle persone decedute, pertanto, pur capendo le abitudini dei giovani e meno giovani, pensiamo che le nostre abitudini vanno cambiate ora, non c’è più tempo. – Esordisce così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che continua dicendo –

“Lo dobbiamo fare subito per i nostri cari: genitori, nonni, parenti, e abbiamo così deciso di usare azioni più stringenti.

La salute dei cittadini è un bene che non può essere messo a repentaglio, motivo per cui non ci sarà più una zona rossa, non ci sarà più la zona 1 o la zona 2, ma la penisola sarà tutta zona rossa. Saranno quindi autorizzati solo gli spostamenti comprovati da casi di necessità e motivi di salute.

Nel provvedimento c’è anche un divieto di assembramenti di persone anche all’aperto, non ci possiamo più permettere queste situazioni di aggregazione che diventano situazioni di contagio.

Sono costretto ad intervenire in modo più deciso per proteggere tutti noi e soprattutto le persone più fragili.

Non possiamo permetterci di abbassare la guardia, oggi è il momento della responsabilità, noi tutti abbiamo una grande responsabilità.

Un pensiero va a tutti i medici e gli infermieri che sono in trincea lavorando senza sosta, facendo di tutto per assistere i contagiati dal corona virus.

La decisione giusta oggi è di restare a casa, il futuro dell’Italia è nelle nostre mani e ognuno deve fare la sua parte.

Abbiamo anche adottato una misura per quanto riguarda le manifestazioni sportive, dispiace dirlo, i tifosi dovranno prenderne atto ma fermeremo tutti i campionati, e non consentiremo l’utilizzo delle palestre.

Queste misure sono nel DPCM ed entreranno in vigore domani mattina.”