Fine di una inchiesta: anche Massimo Toscano torna al suo incarico istituzionale

Si reinsedia domani tra gli scranni del consiglio comunale di Trapani l’avv. Massimo Toscano dal quale era stato allontanato dopo l’esplodere della vicenda giudiziaria che aveva travolto la sorella Daniela, Sindaco del comune di Erice. E’ stato il tribunale del riesame, così come era avvenuto per la Sindaca che da giorni ha ripreso il suo posto di primo cittadino, a revocare la misura dell’allontanamento di Massimo Toscano dai comuni di Trapani ed Erice e che aveva conseguentemente fatto  scattare la legge Severino con la perdita della carica di consigliere comunale. Al suo posto a palazzo Senatorio si era insediata l’arch. Azzurra Tranchida che da domani dovrà tornare a vestire i panni di semplice cittadina. Una presenza più che breve che, tra l’altro, l’aveva costretta a lasciare, per incompatibilità, qualche incarico di lavoro.

Ovviamente felice l’avv. Massimo Toscano per la decisione del tribunale del riesame che aveva accolto tutte le tesi difensive dei suoi legali. Toscano ha anche rilasciato una dichiarazione:” Torno al ruolo ed alla funzione istituzionale che mi sono stati affidati dai cittadini elettori di Trapani, con la massima serenità d’animo, che mi ha accompagnato anche nei momenti più duri di una vicenda che ha segnato profondamente la mia esistenza sotto il profilo umano e professionale.Torno alla politica con sentimento e passione, rifuggendo da ogni forma di risentimento.La vicenda giudiziaria che mi ha chiamato in causa non ha scalfito la mia fiducia nella magistratura”.  Che poi aggiunge: “ Il Tribunale di Palermo, sezione per il riesame, che ha decretato infatti la regolarità della procedura eseguita dal comune di Erice in ordine alla vicenda dei parcheggi nonché il perseguimento di un interesse pubblico in un area balneare turistica priva di parcheggi Comunali e che ha chiuso il proprio ragionamento sostenendo che : …. alla luce delle risultanze dedotte va esclusa la realizzazione dell’evento tipizzato dalla fattispecie incriminatrice. La mia azione politica e consiliare ha sempre avuto Trapani come riferimento e come obiettivo. E continuerà ad essere Trapani a tracciare il mio percorso d’aula”.

Al tirar delle somme l’unico provvedimento giudiziario rimasto riguarda il congiunto della Sindaca per le minacce che sarebbero state rivolte  all’imprenditore che aveva fatto la denunzia. Non è escluso che il riesame possa occuparsi anche di questa vicenda.

                                                                   Aldo Virzì