Sarà Alessandro Calori a guidare il Trapani Calcio per la stagione 2017/18, quella del campionato di Lega Pro. Nonostante la retrocessione amara, la gestione Calori, dall’approdo alla panchina granata dello scorso 2 Dicembre, aveva totalizzato 31 punti sfiorando una clamorosa salvezza. Con un comunicato apparso pochi minuti fa sul sito della società, il tecnico ha firmato un contratto biennale e si dice prontissimo a ripartire per riportare il Trapani in serie B: «Dobbiamo ripartire  con entusiasmo e proseguire il lavoro svolto, con energia, voglia, passione, determinazione e convinzione. Chi verrà a vestire la maglia del Trapani dovrà esserne fiero ed orgoglioso e soprattutto dovrà venire qui con l’obiettivo di creare un gruppo che lotti per raggiungere il massimo. Ci saranno molti nuovi calciatori, per ovvi motivi, – prosegue –  ma le caratteristiche  devono essere quelle di professionisti che lottano per gli obiettivi del gruppo. Dovremo riuscire assieme a creare un nucleo di calciatori che abbia voglia di stupire!  Non sarà facile, ma attraverso il lavoro e la volontà niente,  quasi niente, è impossibile. Il nuovo direttore avrà il compito di scegliere i calciatori che più si addicono per allestire il nuovo gruppo».

Non manca il pensiero verso la famiglia Morace: «…qui ho trovato valori umani che sono sempre più rari e che mi hanno fatto sentire come parte di una famiglia. La passione e l’amore che guidano il comandante Morace nel suo ruolo di presidente del Trapani sono sentimenti che si riflettono sulla Società, sulla squadra, sui tifosi e su tutti gli appassionati di calcio».

Calori e Magalini adesso si metteranno al lavoro per allestire una rosa da subito competitiva per il ritorno nella serie cadetta. Bisogna prima cedere per iniziare ad investire.