L’ATTO DI ACCUSA DEL SINDACATO “SOGGETTO GIURIDICO” PER L’INEFFICENZA DELLA P.A.

Un vero e proprio  “cahiers de doléances” ( registro delle doglianze) quello che il sindacato “Soggetto giuridico” elenca in un comunicato stampa relativamente all’organizzazione del lavoro negli enti pubblici.

Non a caso al comunicato da un titolo estremamente provocatorio si danni “delle inefficienze della P.A. oggo più gravose che mai”, ma aggiunge e si interroga “ sono realmente dovute al Covid19”?. Scorriamo l’elenco:” Gli uffici dell’Asp di Trapani restano ancora chiusi a tutt’oggi, tutto deve essere fatto online, la società civile di una certa età non è in condizione di far fronte a questa innovazione tecnologica e sociale. Si aspetta mesi per una visita specialistica o per ritirare presidi sanitari di interesse primario per la tutela della salute.

Altre amministrazioni che utilizzano smart-working scaricano sugli Enti di Assistenza le proprie competenze, come se questi fossero attrezzati  e/o remunarati  per i servizi che la classe impiegatizia  locale delle varie amministrazioni pubbliche scarica e delega a scanso dell’inefficienza della società (vedi comuni, centri per l’impiego, Asp). Anche i tribunali rimangono a tutt’oggi chiusi, lo stesso per l’ITL ( Ispettorato del lavoro) dove per definire qualsiasi pratica passano ormai anni. Altri enti di primaria importanza come l’INPS e l’INAIL restano chiusi al pubblico causando molti disagi alla collettività. Per non parlare della stessa Regione Siciliana che disattende le aspettative di quanti avendo maturato i diritti alla quiescenza non vengono ancora liquidati.

In seguito alla fine del lockdown, continua il comunicato del sindacato autonomo, ci saremmo aspettati una città più decorosa e pulita, cosa che stenta a verificarsi.

La conclusione è estremamente polemica: “per quanto tempo ancora la cittadinanza trapanese deve essere sballottata a bistrattata a causa di questa inefficienza organizzativa e funzionale? Dove sono i buoni propositi che la classe politica proclama quotidianamente con passerelle televisive?”.