Erice: Presidente del consiglio Luigi Nacci, “amareggiato ed esterrefatto”

Prende posizione l’attuale Presidente del Consiglio Comunale di Erice Luigi Nacci che alle elezioni amministrative era il rivale della Toscano alla carica di Sindaco, sostenuto dall’on. Nino Oddo.

“Alla luce di cio’ che leggo su un quotidiano online, rimango amareggiato ed esterrefatto e in questo momento prendo in maniera chiara le distanze da “chiunque” cerca o cerchera’ di mettere in discussione l’onesta’ e la correttezza della mia persona, cosa che mi ha sempre contraddistinto in politica. Dichiaro apertamente, a livello personale, la mia estraneita’ ad eventuali fatti verificatesi nella campagna elettorale del 2017. Sara’ la magistratura, in cui credo, ad accertare eventuali responsabilita’, se ce siano, e che in questo momento non mi toccano minimamente.

Sono e saro’ sempre garantista. Chi mi conosce sa che sono molto diretto e di solito non giro la testa dall’altra parte, ancor di piu’ oggi che presiedo questo Consiglio Comunale. Le vicende che mi hanno portato a ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio le conoscete e non me ne pento: prendendo atto della mia sconfitta elettorale e dopo una lunga e faticosa riflessione, ho accettato questo ruolo e non un posto in giunta, perche’ quella non sarebbe stata una collocazione naturale; e’ stata una scelta squisitamente politica, quasi a voler chiudere un periodo di violenta competizione, dando spazio a quel dovere civico che mi ha sempre portato a spendermi per il mio paese.

Mi e’ piaciuta chiamarla Presidenza di “Garanzia” perche’, proprio per aver cavalcato l’opposizione per 10 lunghi anni, so quanto sia importante “garantire” in consiglio voce e ruolo di ogni singola parte politica. Ritengo di aver dimostrato la mia competenza e imparzialita’ in consiglio, non trascurando la mia vicinanza a questa maggioranza. Valutero’ nel proseguo.”