Il Comune vuole gestire la Colombaia, Tranchida scrive a Samona’

“Ad oggi, la mancata concessione della Colombaia ripropone, in maniera urgente, il tema principale delle condizioni critiche in cui versa l’immobile (gli ultimi interventi di messa in sicurezza risalgono a circa 10 anni fa), dei continui atti vandalici subiti e delle impervie condizioni metereologiche che contribuiscono a compromettere definitivamente il monumento storico della Città con il rischio di crollo e/o di cedimenti”; è questo il passo centrale e forse il più importante della lettera che il Sindaco di Trapani Giacomo Tranchida ha scritto, indirizzandola personalmente a Alberto Samonà,’assessore ai Beni culturali e ambientali della Regione Siciliana. Una denunzia dei tanti anni trascorsi senza che qualcuno intervenisse e che stanno facendo perdere uno dei simboli storici e culturali più preziosi della città: la Colombaia, appunto.

Dalla denunzia alla proposta. E’ ancora Tranchida a far sapere a Samonà la disponibilità, di più, la precisa richiesta dell’amministrazione comunale di gestire la Colombaia direttamente “attraverso un atto concessorio”. Annuncia anche cosa ne vorrebbe fare: “la valorizzazione quale museo interattivo/multimediale dedicato alla Battaglia di Drepanum, nonché per recuperare spazi atti ad ospitare forum, congressi e manifestazioni culturali, anche di carattere internazionale”. E aggiunge, a proposito delle finanze necessarie che “ La disponibilità appena manifestata si estende anche alla collaborazione nel trovare soluzioni per la tutela e valorizzazione della Colombaia attraverso l’utilizzo di risorse pubblico-private ovvero attraverso altre risorse pubbliche “.

Adesso la palla, ma non è la prima volta, passa alla Regione e all’assessore Samonà. Neanche il silenzio della Regione sarebbe una prima volta.

Aldo Virzì