Violenza sulle donne – Proseguono le attività del circolo UDI di Trapani

In occasione della “Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne, celebratasi ieri, il circolo UDI “Franca Rame” di Trapani ha organizzato una serie di iniziative sul tema del potere di una comunicazione efficace per la decostruzione di una cultura stereotipizzante e patriarcale, alla base della violenza di genere. 

Il primo appuntamento, la presentazione del libro “Potere alle parole”, della sociolinguista e collaboratrice di Zanichelli Vera Gheno, condotto da Ornella Fulco, si è svolto lo scorso 11 novembre al Museo San Rocco di Trapani.

Mercoledì 27 novembre, con l’amministrazione comunale di Erice e il club Fidapa, si svolgerà il flash mob “Non chiamarmi Cenerentola”, punto di arrivo e di ripartenza di una serie di attività formative svolte nelle scuole, incentrate sugli stereotipi di genere. Particolarmente significativa la collaborazione con il progetto “Ulisse” della Casa circondariale di Trapani, a sottolineare l’importanza dell’aspetto riabilitativo della pena detentiva.

Il 30 novembre, l’Aula “Fulvio Sodano” di Palazzo D’Alì a Trapani diventerà “teatro per una notte” con la rappresentazione di “Giacominazza”, pièce teatrale di e con Luana Rondinelli, che ha avuto molto successo nei teatri romani e milanesi. Dal giorno 30 novembre, inoltre, saranno distribuiti nelle attività commerciali cittadine degli adesivi da esporre per una prolungata attività di sensibilizzazione e condivisione. 

Infine, dal 2 all’8 dicembre, la mostra fotografica, a Palazzo Cavarretta a Trapani, di Anna Franca Lombardo, “La proprietà dell’essere”: una riflessione sul corpo della donna, sul “fascismo estetico” che lo ha caratterizzato e la libertarietà che, invece, dovrebbe appartenergli.

La mostra chiuderà alle 18 del giorno dell’Immacolata, una festività dedicata alla Donna per eccellenza della Cristianità, con la lettura scenica di “Medea” di Chiara Putaggio e con Luana Rondinelli. 

“Un calendario denso di eventi – commenta la presidente del circolo UDI trapanese Valentina Colli – che ha acceso i riflettori sul potere della parola, dell’arte e delle immagini e che non ci ha, però, impedito di essere a fianco dell’amministrazione comunale di San Vito lo Capo e ospiti del meetup del M5S locale per una discussione sul “Codice Rosso”. Un impegno a 360 gradi, quotidiano ed indefesso, un impegno politico prima che associativo, per la costruzione di nuovi spazi per una nuova emancipazione dalla violenza, per la costruzione di una cultura di vera parità”.