COVID 19 : A TRAPANI NASCE IL “CENTRO OPERATIVO” PER AFFRONTARE LA CRISI

Il Comune di Trapani, si direbbe finalmente, si attrezza per affrontare una scongiurabile emergenza crisi, determinata dal Covid 19.

Lo fa instituendo con decreto sindacale un “Centro Operativo Comunale”, quindi subito operativo, diretto a ”fronteggiare le necessità e le emergenze presenti nel territorio comunale per supporto a soggetti fragili, già noti al servizio sociale comunale, ma anche dei tantissimi, purtroppo, gravi casi emergenziali familiari sopravvenuti e correnti, nonché del supporto ai soggetti in quarantena presso la propria abitazione”. Questi i principi generali sui quali si deve muovere l’istituendo “centro Operativo” che avrà sede presso l’Autoparco Comunale di cui Tranchida vuole assumere direttamente la direzione ed il coordinamento degli interventi, “avvalendosi della collaborazione del vice Sindaco Abbruscato e dell’assessore alla Protezione Civile Giuseppe La Porta”. Nel decreto anche i nomi del coordinamento organizzativo e dei collaboratori.

Soprattutto nel lungo decreto viene specificato in 14 punti il dispiegarsi di tutta l’organizzazione, come muoversi, chi ne fa parte. Così al primo punto c’è la funzione “sanità assistenza sociale e sanitaria” affidata al dott. Mario Minore; a seguire la funzione “Volontariato”, poi “assistenza alla popolazione”. Queste le funzioni cardine, alle quali si affiancano le modalità specifiche operative su csa fare  nei vari casi insorgenti, almeno quelli tipici, da affrontare.

Nel decreto sindacale non compare comunque, neanche in forma provvisoria, l’ammontare delle somme messe a disposizione per rendere realmente operativo il Centro.

                                                                              A.V.