Comune di Partinico sciolto per mafia

Era gestito dal 18 giugno dello scorso anno da un commissario nominato dal presidente della regione a seguito delle dimissioni del Sindaco, oggi il colpo finale: il comune di Partinico è stato sciolto a cause delle “verificate” infiltrazioni mafiose. Le  dimissioni dell’ex sindaco Maurizio De Luca erano arrivate  dopo appena 11 mesi dalla sua elezione alla guida della città per la dichiarata impossibilità di amministrare avendo contro anche buona parte della maggioranza. Successivamente alla sue dimissioni polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno cominciato ad indagare; poi è toccato agli ispettori inviati dalla Prefettura. Il loro rapporto è finito sul tavolo del ministro con la conclusione dello scioglimento per mafia.