Operazione “aegades”: anche per Donati revoca del provvedimento cautelare

Ancora un provvedimento liberatorio che conferma il parziale ridimensionamento dell’operazione “Aegades”  che aveva portato agli arresti del Sindaco di Favignana Peppe Pagoto e coinvolto altre 23 persone. Ieri la revoca degli arresti domiciliari per Pagoto e l’ex Sindaco Bevilacqua, trasformati in obbligo di dimora in comuni diversi da Favignana; alleggerimento anche per l’ex assessore Sammartano.

Oggi il provvedimento del Gip riguarda Stefano Donati, ex direttore dell’area marina protetta isole Egadi. Il magistrato ha deciso per la revoca della misura dell’interdizione dai pubblici uffici e della misura dell’obbligo di dimora a Roma. Donati già da oggi ha ripreso il suo posto di direttore del Parco Nazionale del Vesuvio.

Le motivazione di questo nuovo provvedimento di attenuazione dei “gravi indizi di reità” sarebbero riconducibili, secondo quanto si legge nel fatto che “ “l’autorizzazione all’utilizzo dell’autovettura elettrica in dotazione all’AMP rilasciata dal Sindaco Antinoro in data 14.07.2011 dimostra l’insussistenza del reato di peculato di cui alla lettera R) del capo di incolpazione” e che “la documentazione prodotta dalla Difesa in ordine alle modalità di svolgimento dei bandi per l’affidamento dei servizi dell’AMP, induce a ritenere che gli indizi raccolti dagli inquirenti non siano dotati di quella gravità necessaria al mantenimento delle misure cautelari applicate al Donati (con particolare riferimento alla mancanza delle necessarie forme di pubblicità dei bandi per l’affidamento dei servizi sostenuta dalla Guardia di Finanza).

A.V.