LA FORTUNA DI AVERE UN SINDACO CHE …….

Diciamola tutta: sono degli “sciagurati irresponsabili” i sindaci dei comuni viciniori che hanno deciso e attuato l’apertura dei mercati rionali mettendo a rischio la salute della popolazione per effetto del coronavirus che ancora circola in Italia ; Trapani, per grande fortuna, ha un signor Sindaco che tutti ci invidiano e che, infatti, ha deciso che ancora per qualche tempo il mercatino di Piazza non verrà aperto. Prima dovrà studiare come proteggere i trapanesi, sicuramente dovrà interpellare il suo epidemiologo di fiducia, studiare più i venti che soffiano nella piazza che la modifica del sistema dei parcheggi. Insomma, tutte le misure da prendere a cominciare da quelle per evitare assembramenti. Già, perché il nostro Sindaco è “inferocito” contro chi si rende responsabile di assembramenti.

L’altra notte ha chiamato i carabinieri perché i giovani si erano riuniti nella piazza del Lazzaretto, poco importa se, come sembra, dai carabinieri gli è stato risposto che il Sindaco ha a disposizione i vigili urbani. Poco importa, l’importante è il gesto e l’ordine categorico: vietare qualsiasi forma di assembramenti! Si sa che i trapanesi gli obbediscono e il nostro, a ben ragione, può vantarsene anche al TG1, confessando anche di avere utilizzato termini poco urbani (diremmo da infima taverna ndr). E poco importa se nella stessa intervista i trapanesi lo smentiscono dicendo di essere rimasti a casa solo per puro senso di responsabilità. Forse gli intervistati erano due amici di quelle “scartine” delle consigliere pentastellate o di quel “disonesto culturale” di Giuseppe Lipari.

Se poi qualcuno gli ricorda che Lui, il Sindaco, era il protagonista principe di un piccolo (per fortuna e per il senso di responsabilità dei trapanesi) assembramento proprio a Piazzale Ilio, davanti il Palaconad, ti potrebbe rispondere che questo è un giornalista, il solito, che, invece di adularlo come si dovrebbe fare per non commettere il delitto di lesa maestà, lo critica senza ragione. E magari il nostro Sindaco lo sfida a candidarsi: a Sindaco, a consigliere? Si perché questo è il principale obiettivo dell’attuale Sindaco di Trapani: candidarsi, vincere una poltrona e rimanerci, pure lautamente pagato: 10 anni a Valderice, 10 a Erice, un paio alla provincia e………presto, spera, alla Regione. I trapanesi glielo augurano !!!

                                                                              Aldo Virzì