ADDIO CICCIO AVILA

Un altro pezzo importante della storia di questa città ci ha abbandonati : questa notte è morto Ciccio Avila, storico titolare della prima vera libreria di Trapani. Aveva 93 anni e stava male già da tempo, ma una banale caduta con rottura dell’anca alla fine gli è stata fatale :  purtroppo non è riuscito a superare le sopravvenute complicazioni e il decesso è avvenuto questa notte.

I giovani non possono appieno capire chi era Ciccio Avila, cosa ha rappresentato per questa città. Eppure, in sintesi, potremmo definirlo uno dei pochi patrimoni culturali di Trapani. La sua  è stata la prima vera libreria di una città che, dal dopoguerra, al massimo ha conosciuto  la biblioteca Fardelliana e la libreria De Gregorio. Poi, in Corso Vittorio Emanuele, in pieno centro storico, nei locali che furono sede di una sezione del PCI, lo scrittore Mino Blunda,  dirigente di quel partito e uomo di grande cultura, vi fece nascere una libreria “popolare”: la libreria “Remainders”.

Durò poco tempo, gli interessi culturali e politici di Mino Blunda erano diretti verso altri lidi. Ne prese il testimone Ciccio Avila che trasformò quei locali in un salotto culturale, un vero e proprio cenacolo. La vendita di libri era solo un’occasione, uno strumento, la libreria “best sellers” era soprattutto luogo di incontri apparentemente causali, in realtà pianificati. In quella libreria, nella parte posteriore, si sono intessuti meravigliosi incontri/dibattiti ai quali tutti potevano partecipare. Il protagonista, comunque, era sempre Lui, Ciccio con quel sorriso e quella voglia di cambiare questa città, il suo amore per Trapani e la Sicilia, la sua rabbia nel vederla “perdersi” ogni giorno di più.

Quel salotto è rimasto aperto sempre, nonostante gli anni e la nascita di altre librerie. Ciccio, anche arrancando, ogni mattina e ogni pomeriggio lo trovavi lì. Ha dovuto interrompere per il Covid19, e poi….. la  fine; il terminale di un altro pezzo “pulito” della vita di questa città.

Ciaccio Ciccio, ti sia lieve la terra.

Aldo Virzì

I funerali domani ore 10,30 in Cattedrale